Acido polilattico

 

Acido polilattico: cos’è e a cosa serve

 

L’acido polilattico è un noto filler dermico che, iniettato nella pelle del viso, stimola efficacemente la sintesi di neocollagene.

Valida alternativa al lifting, l’acido polilattico (commercializzato come Sculptra ®) è un polimero sintetico biodegradabile, assorbibile ed immunologicamente inerte, utilizzato in medicina estetica per correggere imperfezioni ed inestetismi del volto. 

 

 

In particolare, è utile nel trattamento di: 

 

  • Rughe superficiali
  • Piccoli solchi/pieghe naturali della pelle
  • Piccole lesioni cicatriziali chirurgiche o lasciate dall’acne
  • Zigomi cadenti, poco accentuati e scarsamente evidenti
  • Mento “debole” e poco armonioso
  • Occhiaie marcate causate dalla cosiddetta “lacrima di valle” (inestetismo tipico dell’invecchiamento, caratterizzato dal marcato assottigliamento della pelle nella zona periorbitale e dalla “discesa” della palpebra inferiore).

 

A differenza degli altri riempitivi dermici (es. filler all’acido ialuronico), l’acido polilattico non produce effetti nell’immediato periodo post-iniezione: i risultati appaiono gradualmente proprio perché questa sostanza stimola la produzione di neocollagene nel lungo termine. I primi risultati, infatti, sono visibili solo dopo 4-6 settimane e, per ottenere l’effetto di ringiovanimento o rimodellamento desiderato, possono essere necessari 2-6 trattamenti complessivi (in base all’inestetismo da correggere).

 

SCOPRI DI PIÚ

Lascia un commento